Trentuno giorni continuativi di esposizione libraria, con volumi afferenti tanto al genere della narrativa quanto a quello della poesia, senza dimenticare la saggistica

Dal 1° al 31 ottobre 2023, presso il centro commerciale Dima Shopping Bufalotta di Roma, torna il  Dima Book Festival, la Fiera del Libro più lunga d’Europa. Organizzata dall’Associazione Officine Culturali Romane, con la direzione artistica affidata al critico letterario Cinzia Baldazzi, la manifestazione si pone, per il secondo anno consecutivo, l’obiettivo di creare momenti di ricercata aggregazione culturale e sociale in uno dei luoghi simbolo della moderna quotidianità. Trentuno giorni continuativi di esposizione libraria, con volumi afferenti tanto al genere della narrativa quanto a quello della poesia, senza dimenticare la saggistica, ma non solo; il pubblico avrà modo di visitare anche una mostra d’arte allestita dall’Associazione Transversum e dedicata a litografie, serigrafie e opere in piccolo, medio e grande formato. Inoltre, dal venerdì alla domenica, l’Associazione Officine Culturali Romane promuoverà una serie di conferenze dedicate ai temi dell’ambiente, della cultura, dell’istruzione, del sociale e dell’innovazione. Gli autori partecipanti, provenienti da ogni parte d’Italia e vera anima dell’intera iniziativa, avranno poi la possibilità di presentare i propri libri esposti in una serie di interviste della durata di quindici minuti circa ciascuna. La Fiera sarà aperta tutti i giorni, dal 1° al 31 ottobre, dalle ore 10:00 alle ore 20:00. Un apposito spazio sarà riservato ad una raccolta benefica promossa dall’Associazione Officine Culturali Romane in favore della scuola di scrittura creativa gestita dalla stessa nel quartiere Montesacro di Roma, una struttura che attualmente accoglie sia scrittori normodotati che autori affetti da disabilità fisica e psichica. Numerosi i patrocini istituzionali ottenuti dalla Fiera, così come le radio e le testate giornalistiche che sosterranno la manifestazione, che quest’anno sarà sponsorizzata, tra gli altri, dalla società Improve S.r.l., realtà in prima fila per quel che concerne il mondo della didattica digitale.